Sonno multicolor

Rosso, viola, verde, giallo.
Vuoi dormire? Allora fallo!
Vuoi una spalla, a che ti serve?
Per dormire senza coperte.
Dondoliamo all’infinito,
finchè l’ombra di un prurito
ti accarezzerà la guancia,
mentre abbracci la mia pancia.
E ti sveglierai qua fuori, contornato di colori.

Colori

Non conosce l’alfabeto, cirillico o latino. Forse non distingue l’immagine di un animale, del cielo o delle stelle. Ma per cinque minuti, equivalenti a cinquanta di un adulto, resta lí su quel libro a fissarlo. Con un dito lo sfiora, colorando con gli acquarelli della fantasia i bordi delle sua curiosità.
Per questo esistono i libri in bianco e nero.

Playground

Basket, calcio, pallavolo e pallamano.
Rubabandiera, stregacomandacolore e unduetrestella.
Regole e punteggi, di squadra o in solitaria.
Non avrai memoria di quante ne farai, vinte, perse o pareggiate. Ora goditi il tuo gioco preferito: stare in piedi.

Pink & Yellow

Bimbo giallo su mare rosa. Una panchina è il suo porto sicuro, da lí parte per esplorare il mondo. Tutti i bambini, prima o poi, imparano a camminare. Oggi tocca a Peter fare il marinaio.

Meet Amy Leon

La notte si esce, si va per concerti a riempirsi le orecchie e il cuore. Soul, hip hop, zecchino d’oro, quel che capita. E poi capita che Peter si innamora di una regina newyorkese. Ha gusto il bambino. L’amore poi sembra corrisposto e tutti vissero felici, contenti e abbracciati.

Peter e la Dama Blu

Dietro ogni mia parola c’è lei.
Che sgambetta sul pavé della città, con la gonna e la carrozza blu, e vola su una punta nera e quattro rotelline bianche. Porta Pietro a Porta Saragozza, Bologna.