La prima festa d’Estate

Ehi tu cosa mi guardi?
Che cosa pensi, perché non parli?
Fai solo versi come Leopardi,
strilli e comandi come i gendarmi.
La mamma è vigile nei tuoi riguardi,
ma io ripenso al primo party,
la prima festa lassù in collina,
a bordo vasca, nella piscina.
L’estate è lesta, scompare prima,
si brucia in fretta, è diavolina,
ma io saprò dove cullarti,
dove giocare o rinfrescarti,
tra qualche luna, tra qualche mese,
quando quest’anno sarà a due/quarti,
e sull’amaca o sullo sdraio,
dietro una siepe, in mezzo al prato,
sarà la prima festa d’estate
che tutt’inverno abbiam sognato.

L‘amore in ogni dove

peter_cassetto

Nessuno me lo aveva specificatamente detto.
Certo potevo immaginarmelo, anche se l’immaginazione opera con elementi che bene o male fanno parte del nostro mondo interiore o esteriore.
Qua stiamo parlando di un altro universo!

Dunque vi confido questa mia intima scoperta:
Peter, ri-Peter e ancora Peter. C’è solo lui nella mia vita. Mattina e sera, soprattutto notte. Lo vedo uscire da tutti i cassetti (vedi foto : – ) e da ogni porta.

Potete leggerlo come la più dolce delle dediche di amore di un padre per un figlio. Oppure come la disperata richiesta d’aiuto di un babbo allo stremo delle sue energie dopo solo pochi mesi di paternità.
Forse, anzi sicuramente, è un po’ di entrambe.